Guida alla canapa sativa l. (in costruzione)

Attenzione (coltivazione sul campo)
Per chi è alle prime armi e vuole produrre infiorescenze femminili assicuratevi che nell’area non ci siano altri coltivatori di canapa.
Il polline può viaggiare a circa 5 km di distanza rischiando di impollinare il campo dei vostri vicini.

Monoiche o Dioiche?

In biologia il termine monoico si riferisce alla riproduzione sessuale delle piante. Indica che gli organi riproduttivi maschili (stami) e femminili (pistillo) sono portati sulla stessa pianta (al contrario di dioico che ha i fiori su due individui diversi) e i gameti maschili e femminili vengono prodotti su un unico individuo

Dioico è un termine che si riferisce alla riproduzione sessuale delle piante. Indica che gli organi riproduttivi maschili (stami) e femminili (pistillo) sono portati su due piante distinte

differenza-maschio-femmina-cannabis

Elenco completo delle varietà di canapa ammesse in Italia

1 Adzelvieši
2 Antal
3 Armanca
4 Asso
5 Austa SK
6 Beniko
7 Bialobrzeskie
8 Białobrzeskie
9 CS
10 Cannakomp
11 Carma
12 Carmagnola
13 Carmaleonte
14 Chamaeleon
15 Codimono
16 Dacia Secuieni
17 Delta-405
18 Delta-llosa
19 Denise
20 Diana
21 Dioica 88
22 Eletta Campana
23 Epsilon 68
24 Fedora 17
25 Felina 32
26 Ferimon
27 Fibranova
28 Fibrante
29 Fibrol
30 Fibror 79
31 Finola
32 Futura 75
33 Férimon
34 Glecia
35 Gliana
36 Glyana
37 Henola
38 Ivory
39 KC Bonusz
40 KC Dora
41 KC Virtus
42 KC Zuzana
43 KCA Borana
44 Kompolti
45 Kompolti hibrid TC
46 Lipko
47 Lovrin 110
48 Marcello
49 Markant
50 Monoica
51 Rajan
52 Ratza
53 Santhica 23
54 Santhica 27
55 Santhica 70
56 Secuieni Jubileu
57 Silvana
58 Succesiv
59 Szarvasi Deleted with market extension until 30.06.2020
60 Tiborszallasi
61 Tisza
62 Tygra
63 Uniko B
64 Uso-31
65 Villanova
66 Wielkopolskie
67 Wojko
68 Zenit

link ufficiale: http://ec.europa.eu/food/plant/plant_propagation_material/plant_variety_catalogues_databases/search//public/index.cfm?event=SearchForm&ctl_type=A

 

Varietà di canapa sativa l. più coltivate in Italia

Kompolti
Carmagnola
Finola
Eletta campana

(in aggiornamento)

Varietà di canapa autofiorenti

  • Finola

questo significa che crescono e fioriscono indipendentemente dal fotoperiodo e quindi dalle ore di luce.
Spesso le Autofiorenti hanno dimensioni molto inferiori alle piante stagionali.  fonti

Visualizza immagine di origine

Limite THC per agricoltore

La percentuale di THC nelle piante analizzate può oscillare dallo 0,2% allo 0,6% senza comportare alcun problema per l’agricoltore.

Nel caso in cui la percentuale di THC dovesse superare la soglia dello 0,6%, l’autorità giudiziaria può disporre il sequestro o la distruzione della coltivazione, ma anche in questo caso è esclusa la responsabilità dell’agricoltore.

Limite THC per venditore

Analizzando il video il THC deve stare al disotto dello 0,2% per i venditori di canapa sativa l.

 

LEGGE 2 dicembre 2016, n. 242

Sito ufficiale

 

Cosa si rischia?

Visualizza immagine di origine

Chi commercia canapa industriale può rischiare una denuncia per spaccio: l’art. 73 comma 5 DPR 309/1990.
Per fortuna molti casi si risolvono in positivo.

Denunciati per la canapa light? (agricoltori)

Prima di tutto vi consiglio di denunciare la semina alle forze dell’ordine. Esempio.
Conservare la fattura di acquisto
conservare il cartellino
Analisi THC fatte in laboratorio

Ecco cosa si va incontro (Canapa Light).
Prima di tutto verrete contattati dalle forze dell’ordine per rilasciarvi una notifica. Nel foglio vi verrà assegnato un difensore (avvocato) da contattare il prima possibile per fissare un appuntamento.

Visualizza immagine di origine

Fase 1
Documenti da portare dall’avvocato: 

Camera di commercio
Fattura acquisto sementi
Cartellino sementi
Copia della fattura del cliente
Analisi THC
Denuncia semente alle forze dell’ordine

Fase 2

In caso la denuncia non viene ritirata avrete la possibilità di fissare un interrogatorio insieme al vostro avvocato.

da ricordare la legge 242:

2. La presente legge si applica alle coltivazioni di canapa delle
varieta’ ammesse iscritte nel Catalogo comune delle varieta’ delle
specie di piante agricole, ai sensi dell’articolo 17 della direttiva
2002/53/CE del Consiglio, del 13 giugno 2002, le quali non rientrano
nell’ambito di applicazione del testo unico delle leggi in materia di
disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione,
cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui
al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309

in costruzione.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *